By Marco Polo

Show description

Read or Download Il Milione PDF

Best italian books

Extra resources for Il Milione

Example text

Così Rustichello emerge nelle formule di transizione, nelle descrizioni di battaglie e ambascerie, nell’allocuzione del prologo destinata a prefigurare un pubblico di «imperadori re e duci» cui sarebbe diretta la componente «ludica», di intrattenimento dell’opera, laddove Marco pensò essenzialmente a un mondo di scienziati e di mercanti quali fruitori delle sue informazioni. Così la mano del compilatore romanzesco si avverte nei luoghi in cui riesce a «sfuggire all’ingombro di fastidiosi elenchi annullandoli nell’indeterminatezza di espressioni generiche, certo non facilmente conciliabili con la puntigliosa precisione di un Marco Polo, o a far emergere dall’introdotta indeterminatezza qualche scarso relitto, quasi a titolo di compromesso fra la sua aspirazione a sopprimere e quella di Marco, forse non sempre entuasiasta delle spietate esigenze del suo collaboratore letterario, oppure [a] subire l’ingombrante materiale, introducendolo nel libro, ma quasi di soppiatto, dopo d’averlo ridotto o sfrondato, e magari ricorrendo a qualche artificio per attenuarne il peso o mascherarne, in qualche modo, la non gradita presenza» (Borlandi).

Dall’Indonesia le 14 navi si diressero a Ceylon e alla costa meridionale dell’India, con diversi scali: il Milione ci offre un resoconto particolareggiato della navigazione, inserendo fra i dati acquisiti direttamente dal viaggiatore tutta una serie di notizie per udita (ad esempio sull’Arabia, il Madagascar, l’Africa orientale) che rendono assai articolato il panorama del viaggio. L’arrivo al porto di Hormuz fu nel 1293: delle seicento persone che erano partite, solo 18 si ritrovarono all’approdo persiano; nel frattempo Arghun era morto, e la principessa andò sposa al successore di lui Ghazan.

New York, Pierpont Morgan Library, M. 723; Oxford, Bodleian 264; Parigi, Arsenal 3511 e 5219; Parigi, Biblioteca Nazionale, fr. 2810, 5631, 1529, 1880, nouv. acq. 934; Stoccolma, Biblioteca Reale, fr. 37; codice di Vevey). Tra essi spiccano gli stupendi codici Bodleian 264 (contenente anche la romanzesca Alessandreide) e il fr. 2810 (il cosiddetto Livre des Merveilles, anteriore al 1412), ornati rispettivamente di 38 e 84 miniature che illuminano la tradizione fantastica entro cui gli antichi fecero confluire il testo poliano.

Download PDF sample

Rated 4.27 of 5 – based on 32 votes