By a cura de Alessandro Passi ; contributi di Cinzia Pieruccini, Elena Preda ; nota bibliografica di Fausto Freschi ; presentazione de Gianfranco Fiaccadori.

Show description

Read or Download Devī-māhātmya : il MS. 4510 della Biblioteca civica "Vincenzo Joppi" de Udine PDF

Similar italian books

Additional resources for Devī-māhātmya : il MS. 4510 della Biblioteca civica "Vincenzo Joppi" de Udine

Example text

Era la fine di ottobre e, mentre i raggi del sole raramente trovavano la strada per entrare nella nostra stanza che dava su un cortile interno nel vecchio cuore del palazzo, i venti autunnali che arrivavano dalle paludi che circondavano la città, parevano infilare le loro dita ovunque. Angela era sdraiata sulla schiena, sul volto una pomata dall'odore nauseante fatta di sangue di piccione e formaggio fresco tritato con noccioli di pesca e sassolini immersi nel latte che giurava le manteneva chiara la pelle.

Puoi andare, Donata. » Guardai per vedere che effetto questa novità avesse su Cesare, ma era come se suor Osanna avesse la stessa importanza di qualsiasi altra monaca incontrata per strada o nelle sale delle udienze pubbliche in Vaticano. Infilando la mia mano sotto il suo braccio, cominciò a discutere delle probabilità con don Michele, lasciandomi godere il calore del suo corpo mentre mi guidava attraverso usci, lungo corridoi, giù per scale, fino a che raggiungemmo una semplice porticina che non avevo mai visto.

Dovetti fare ricorso a tutto il mio autocontrollo per non trasalire quando la monaca mi pose le mani bendate sulla testa china in segno di benedizione . «Ci fate un grande onore, suor Osanna», disse madonna, rialzandosi. » «Sarei più a mio agio, se la chiesa non fosse costruita sulle fondamenta di un tempio pagano», replicò suor Osanna con voce sorprendentemente forte . Donna Lucrezia chinò il capo con rispetto. » «Solo un po' d'acqua. » Nel sentire quelle parole, l'espressione di donna Lucrezia si riempì di sgomento.

Download PDF sample

Rated 4.30 of 5 – based on 16 votes